#Storie d'Architettura

Palazzo Naviglio: armonia e casa

Architettura all’avanguardia per un futuro sostenibile. Abitare In introduce la filosofia del Green Thinking, evoluzione dell’ecologia tradizionale, presentata in anteprima assoluta.

Quando un progetto coniuga una brillante intuizione ad una strategica visione d’insieme, con il supporto di competenza e professionalità, il risultato è tanto illuminato e illuminante da aprire la strada a nuovi approcci progettuali. Obiettivi chiari, prospettive definite, disegni efficaci e profonda consapevolezza sono dunque gli ingredienti che Abitare In ha dosato con maestria per dare vita a Palazzo Naviglio, un progetto inedito sia per la città che per l’Azienda. Parole chiave: armonia e rigenerazione.

A rendere unico Palazzo Naviglio non sono solo i suoi principi ispiratori o la sua rivoluzionaria presentazione al pubblico: il progetto è una tappa importante nella storia di Abitare In sia per le novità introdotte in una residenza, sia perché, di fatto, getta le nuove basi del mercato immobiliare milanese. È al tempo stesso un punto di arrivo, ma anche di partenza. L’azione di Abitare In si distingue per la capacità di portare continuamente innovazione, raccogliendo tutte le esperienze dai progetti passati e introducendo, ogni volta, novità assolute nel panorama residenziale. Innovazioni che subito fanno tendenza e coniano modelli da seguire e imitare. Il processo creativo e di sviluppo è dinamico, e si evolve di continuo per adattarsi ai veloci cambiamenti della società, dell’economia, della città. A legare gli interventi realizzati sul territorio milanese negli ultimi anni è il filo della “rigenerazione urbana”. E Palazzo Naviglio non poteva che nascere da questo presupposto, credendo fortemente nella possibilità di dare un contributo attivo alla rivitalizzazione del tessuto cittadino. Uno dei cosiddetti “vuoti urbani”, un ex spazio produttivo abbandonato e dimenticato dalla collettività, diviene protagonista della trasformazione formale e sociale del contesto. L’area di progetto si trova all’interno dello storico quartiere Giambellino, borgo dall’anima operaia sviluppatosi lungo l’asse del Naviglio, in particolare nel primo dopoguerra, come zona di insediamenti industriali che sono stati progressivamente dismessi a partire dagli anni Settanta. L’ondata di cambiamento in atto nella città si è fatta fortunatamente sentire anche al Giambellino, dove stanno prendendo forma iniziative con l’obiettivo comune di recuperare e trasformare il tessuto urbano.

Accanto al principio ispiratore della “rigenerazione urbana”, punto di partenza di ogni intervento, Palazzo Naviglio vuole essere il primo progetto firmato Abitare In ad incentivare un nuovo approccio all’architettura residenziale, che aderisca al tempo stesso sia ai concetti di sostenibilità ambientale che di armonia e benessere abitativo. Per la prima volta in un quartiere storico verrà inserito un edificio che non solo risponde alle nuove esigenze abitative, ben lontane da quelle passate, ma soprattutto affronta i temi della rigenerazione e della sostenibilità secondo più ampie angolazioni, comprendendo le sfumature economiche, ambientali, sociali e culturali. Palazzo Naviglio esprime una nuova concezione di “verde” non più ridotto solamente all’idea di “spazio comune all’aperto”, come una piazza o un parco, ma proprio come nuova attitudine ad un comportamento sostenibile sia grazie a soluzioni tecniche e architettoniche sia attraverso la predisposizione ad uno stile di vita naturalmente attento e consapevole. Il concetto di “verde” evolve e diventa “Green Thinking”, ovvero la straordinaria rivoluzione di Abitare In nel mondo della residenza, raccontata nel progetto di Palazzo Naviglio. Destinato ad ispirare famiglie che scelgono di vivere in modo consapevole una vita sostenibile ed equilibrata, distaccandosi dalla dimensione frenetica della città, o giovani dinamici interessati ad un comportamento green, convinti promotori di una sostenibilità civile incentrata sul rapporto uomo-natura, o che semplicemente vivono l’ecologia come un trend da seguire, Palazzo Naviglio manifesta uno spirito innovativo e concreto, e manda con entusiasmo un messaggio di positività.

Armonia che diventa casa

Equilibrio, sostenibilità, cambiamento, inclusione: sono solo alcune delle parole chiave che il progetto ispira. Aspetti che toccano le diverse sfumature con cui pensare alla casa, ma che a Palazzo Naviglio vengono condensate in un unico concetto: il benessere abitativo contribuisce a definire la qualità del tempo, e quindi la nostra felicità.

La nostra vita scorre costantemente attraverso punti d’incontro tra la dimensione immateriale, psicologica ed emozionale, e quella fisica, materica e concreta: la successione di questi momenti definisce l’esperienza umana. La felicità delle persone non può che realizzarsi in un clima di benessere e positività, in cui la più grande aspirazione personale – il possesso di una casa – è associata ad un maggiore senso di serenità, equilibrio e soddisfazione, in altre parole l’armonia. L’abitazione è la massima rappresentazione di questo punto di incontro. La casa è sia involucro materiale – la dimensione fisica – che insieme di ricordi ed affetti – la dimensione immateriale: così l’armonia è sia astratta percezione emozionale, sia equilibrio del progetto nel contesto urbano, sociale e ambientale. Palazzo Naviglio non è un semplice insieme di ambienti, ma è lo spazio della vita, il luogo in cui si compie il benessere intimo dell’animo. Senza questo sentimento di base ogni tentativo di raggiungere l’appagamento personale è vano. Gli appartamenti sono un invito a vivere atmosfere di benessere quotidiano: distribuzioni funzionali, ambienti ampi e luminosi, logge profonde da abitare come salotti all’aperto sono le condizioni al contorno necessarie per affrontare la vita con il giusto spirito di serenità e positività. L’esperienza continua fuori dall’appartamento con i servizi interni riservati ai residenti: l’obiettivo è quello di rispondere in maniera efficace alle nuove esigenze di lifestyle, attraverso un aiuto concreto nell’ottimizzazione dei tempi con funzioni di uso quotidiano, immediate e condivise direttamente al piano terra dell’edificio. Palazzo Naviglio si trova così nel punto d’incontro tra la dimensioni materiale e immateriale, complementari per il raggiungimento di uno stato di benessere e di alta qualità della vita, ovvero della ricercata felicità.

C’è spazio per tutto e tutti

L’innovativo sistema di progettazione di una casa su misura e l’incrollabile fede negli asset di progetto fanno delle iniziative di Abitare In la soluzione ideale anche per questo momento storico.

La lungimiranza di una progettazione, che risponde ai bisogni della società contemporanea e futura, si misura nella capacità con cui questa si adatta facilmente ai cambiamenti e alle evoluzioni del mondo globalizzato. In questo momento storico ne abbiamo avuto la conferma. Non solo la progettazione degli spazi interni, ma anche dell’intero building con i suoi servizi interni e giardini condominiali rende le iniziative immobiliari proposte da Abitare In una garanzia di benessere quotidiano anche in periodi di stravolgimento delle abitudini. Le ampie logge coperte e i giardini ad uso esclusivo sono un elemento prezioso ed insostituibile per godere dei benefici dell’aria aperta anche quando non è possibile uscire di casa: per molti quasi un lusso irraggiungibile, per Abitare In uno standard di qualità imprescindibile ed insostituibile. Tra i cardini del benessere psicofisico abitativo c’è l’insonorizzazione delle stanze: un altro elemento chiave del vivere bene anche quando si è costretti a stare tutti a casa e a svolgere le proprie attività, di studio o di lavoro, in remoto con un computer. Senza dimenticare poi l’ampia offerta di servizi interni alla residenza, che permettono di continuare ad usufruire di servizi base per il quotidiano senza mettere piede fuori dal perimetro privato. Tra questi gli ampi giardini riservati agli abitanti, dove prendere una boccata d’aria o esporsi al sole in tutta sicurezza, propria e altrui. Questi sono solo alcune delle caratteristiche che rendono unici gli immobili di Abitare In, ma che già mettono in luce una progettazione attenta ai bisogni dell’uomo.

“Palazzo Naviglio vuole essere il primo progetto firmato Abitare In ad incentivare un nuovo approccio all’architettura residenziale, che aderisca al tempo stesso sia ai concetti di sostenibilità ambientale che di armonia e benessere abitativo.”