Sensoriale e immersiva: l’esperienza di acquisto con Abitare In è di una bellezza unica.

Mattia Badalotti, coordinatore del Team Marketing & Communication

Acquistare una casa tailor made ancora in costruzione significa poter prevedere il futuro: un futuro fatto su misura dei propri desideri; un futuro tangibile, in cui il benessere di cui siamo costantemente alla ricerca non sia più un’utopia ma un’esperienza quotidiana, fatta di luce, panorami, ambienti accoglienti e confortevoli… e arredi di pregio. Abitare In offre ai suoi clienti una nuova prospettiva sulla propria vita: non solo grazie allo skyline di Milano visibile dalle esclusive logge ma anche adottando soluzioni di comunicazione innovative che permettono di proiettarsi in quel benessere futuro, disegnato e cucito addosso a ciascuno. Abbiamo chiesto a Mattia Badalotti, coordinatore dell’Area Marketing e Comunicazione, quali siano le strategie innovative che Abitare In ha introdotto nel mercato e gli strumenti con cui i clienti ora possono fare esperienza diretta, virtuale e reale, dell’unicità e della bellezza che li aspettano nella loro nuova casa su misura.

Showroom Trilogy Towers, Milano

Cos’è la comunicazione per Abitare In?

Semplicemente tutto. Quello che scriviamo, che disegnamo, che pubblichiamo, che produciamo… qualsiasi cosa che sia legata a noi è comunicazione. Per questo motivo progettiamo tutto internamente, dall’art-direction all’esecutivo grafico. Nel settore immobiliare non esiste un’azienda in cui il marketing e la comunicazione siano così internalizzati, in grado di gestire autonomamente tutti i processi. In più, qui si punta ad innovare costantemente. Ed è questo l’aspetto più stimolante del mio lavoro: far parte di un’azienda con un’attitudine pionieristica, che riverbera su tutti i settori.

Showroom Trilogy Towers

Showroom Trilogy Towers

Vengo dal Politecnico di Milano, formazione in Design per l’Innovazione. La forma mentis è inevitabilmente un aspetto fondamentale: qui l’innovazione è un mantra. Dobbiamo sempre trovare soluzioni nuove, non possiamo restare mai fermi.

Come si sono evoluti il tuo settore e il tuo ruolo in questi anni?

Attenzione al dettaglio

La mia esperienza qui è iniziata nel marzo del 2015: allora mi occupavo più della parte visivo- grafica. Quando la società ha iniziato a sviluppare nuovi progetti, c’è stato bisogno di strutturare il reparto, così Marco e Luigi (i fondatori) hanno scommesso su di me ed io su di loro. Fondere il design al marketing era una sfida intrigante e per nulla scontata ma che sta dando ottimi risultati. In questi anni Abitare In è cresciuta moltissimo, ad un ritmo quasi esponenziale: basti pensare che quando ho iniziato eravamo in tutto otto persone, oggi siamo più di quaranta. Ogni nuovo progetto è per il mio settore un concept: porta con sè nuove sfide da affrontare e ogni volta bisogna trovare il modo giusto per superarle e raccontare una “storia”. E la linea dell’orizzonte non cambia: bisogna sempre essere proiettati verso il futuro.

Il futuro è al centro della vostra visione strategica?

L’Orchestra di Abitare In, come l’abbiamo definita, è impegnata in un concerto speciale. Il team di Marketing & Communication è incredibilmente cruciale perché ha il compito di attrarre le persone e di far conoscere e percepire al mondo la nostra unicità e la nostra qualità. Come detto da Loris e Daniela, una volta entrati nella famiglia Abitare In difficilmente si vorrà uscirne…

Il settore comunicazione è impegnato a trasmettere ai clienti tutto il valore, l’eccezionalità e la bellezza dei propri progetti, del loro essere su misura, offrendo l’opportunità di scoprire nuove prospettive di benessere per la loro vita quotidiana, in una delle nostre esclusive case tailor made.

Per noi e per la nostra strategia è essenziale prevedere il futuro nel modo più verosimile possibile: una sfida questa che affrontiamo quotidianamente con creatività e sensibilità. Nella faretra disponiamo di frecce molto valide per arrivare al cuore dei nostri clienti: prima fra tutte è appunto l’innovazione, che fa parte del DNA di Abitare In.

Come si arriva al cuore delle persone?

Il nostro approccio rivoluziona la relazione e la comunicazione con i clienti, considerandoli prima di tutto persone più che acquirenti. L’attenzione è incentrata sul lato umano del confronto, sugli aspetti sensoriali, psicologici, esperienziali ed emozionali della comunicazione, prima ancora che commerciali. Per noi entrare in contatto con le persone significa riuscire a coinvolgerle in una nuova prospettiva, trasmettendo loro tutto il potenziale di benessere dato dalla scelta di una casa firmata Abitare In. «Senza cuore saremmo solo macchine» ed è proprio al cuore (dei nostri clienti) che noi puntiamo, lavorando con passione e lungimiranza. Questo il messaggio che arriva, forte e chiaro, a chi ci conosce.

Come si costruisce l’esperienza di un cliente di Abitare In?

Quella che proponiamo ai clienti è un’esperienza sensoriale e immersiva: acquistare casa è impegnativo e i nostri sforzi puntano a facilitare la visione delle persone nella loro futura abitazione. Tutti gli strumenti, gli spazi in showroom e i materiali informativi che mettiamo a disposizione sono dedicati a favorire la costruzione di una scelta matura e consapevole, in dialogo continuo con il team sales.

Showroom Abitare In, Viale Umbria 32

Showroom Abitare In, Viale Umbria 32, Milano

Il nostro piano di comunicazione è articolato e combina il mondo online e quello offline, due canali complementari. Con l’avvento del digitale si sono create nuove opportunità di contatto con il pubblico ma per il tipo di prodotto che vendiamo è essenziale che il nostro messaggio non resti espresso solo in pixel: possiamo e dobbiamo costantemente dare corpo e anima, sostanza, fisicità e materialità alla nostra comunicazione. È fondamentale conquistare e meritare la fiducia di chi si impegna ad acquistare la propria casa sulla carta. Per farlo dobbiamo dare concretezza al suo investimento. Un esempio pratico è la piantina della casa che consegniamo ai clienti fin dal primo appuntamento: considerata di solito un mero strumento tecnico, per noi invece è un veicolo informativo ed emozionale molto importante cui spetta una progettazione dedicata.

Come familiarizzare i clienti all’innovazione?

È un’altra delle nostre sfide più grandi, per niente banale. Nel mondo del design ci sono molti esempi di progetti grandiosi e visionari non apprezzati dal mercato perché troppo avanguardisti. C’è infatti una regola aurea: non si può portare innovazione senza equilibrio. Se i tempi non sono maturi, si rischia di bruciare un’idea rivoluzionaria. La chiave della nostra strategia comunicativa è questa: proponiamo ai clienti qualcosa che non sono abituati a desiderare ma forniamo loro tutti gli strumenti per apprezzarla. Siamo noi a creare nel pubblico la domanda, il desiderio di qualcosa di nuovo, che prima non esisteva: la casa su misura.

La tua casa su misura: materioteca showroom Trilogy Towers

Le persone non hanno ancora grande familiarità con questo concetto così dinamico dell’abitare. E abbiamo scelto il mondo della sartoria per dare un’identità più concreta a quello che siamo e che facciamo. Per avere un abito su misura si va dal sarto, si esprimono le proprie esigenze, si prendono le misure, si scelgono le stoffe, si fanno più prove e infine si ha un capo unico, singolare, che calza a pennello con la nostra persona. Con i nostri appartamenti è lo stesso: scelta una metratura, li plasmi sui tuoi desideri modellando la disposizione degli ambienti e personalizzandoli scegliendo tra infinite combinazioni di finiture.

Dall’innovazione, il futuro, al presente, al sentirsi a casa….

VTrasmessa l’innovatività del prodotto, si passa ad un altro degli aspetti più strategici della nostra comunicazione, ovvero la sensazione dell’home feeling, il sentirsi a casa. Qui entra in gioco uno dei nostri strumenti più importanti, lo showroom, dove le persone hanno modo di esplorare e toccare con mano la loro futura casa. È uno spazio completamente diverso da quello offerto dagli altri attori del settore immobiliare residenziale: qui ci sono ambienti realmente corrispondenti alle nostre soluzioni abitative, in scala, arredati con i prodotti dei nostri partner; spazi progettati secondo criteri scientifici e psicologici che si rifanno anche alla Psicologia dell’Abitare, per trasmettere alle persone tutte le sensazioni che potranno provare nella loro futura casa.

Esperienza virtuale: media room, showroom Abitare In

Lo showroom è un tassello importante del percorso d’acquisto e abbiamo fatto delle scelte molto innovative, inserendo esperienze video immersive di ultima generazione. Ad esempio, per l’ultima campagna del progetto Trilogy Towers a Milano, zona Portello, abbiamo adottato la visione cinema a 360°: un video di circa 3 minuti stereoscopico, full body e in movimento, sviluppato da una equipe di professionisti secondo gli standard del mondo del cinema, per raccontare la vita nel quartiere in cui sorgerà il progetto. Un modo per far vivere al cliente in pochi minuti una giornata tipo nel suo nuovo quartiere e anticipare quello che sarà il percorso di personalizzazione che farà con noi.

Abitare In è un mondo di progetti: che importanza ha il brand?

#WeAreStilistiUrbani: Mattia Badalotti, coordinatore Team Marketing&Communications

Il brand non è solo una scelta strategica, ma anche una questione di stile. Abbiamo il dovere di raccontare l’azienda e i progetti di Abitare In a chi ancora non li conosce, oltre che al mondo degli investitori e del settore real estate, proprio con l’obiettivo primario di creare un’immagine riconoscibile, riconosciuta e apprezzata, dalle persone e dai potenziali clienti come dai pubblici uffici e dai cittadini. Il soggetto della nostra comunicazione non è solo il singolo intervento, come avviene tradizionalmente nel mondo immobiliare, ma tutto il contesto urbano intorno a cui i nostri progetti si collocano. Questo è un altro aspetto molto innovativo della società, che puntiamo a valorizzare il più possibile: vogliamo che Abitare In sia sempre più riconosciuta quale leader nel real estate e vogliamo che i nostri clienti si identifichino con il brand, più che con uno dei nostri progetti.

Di fatto i nostri progetti sviluppano in parte la visione che Abitare In ha della rigenerazione urbana, in parte i concetti di architettura e di nuovi spazi urbani di cui città e cittadini hanno bisogno, in parte ancora il bisogno e la nostra offerta di nuove case da abitare realizzate secondo i desideri dei nostri clienti. Abbiamo coniato una nuova definizione per descrivere quello che siamo: Stilisti Urbani.

L’impegno dell’Area Marketing & Communication è dare forma e sostanza all’immagine dell’azienda e dei progetti, anticipare il futuro, portarlo nel presente e rappresentarlo in modo coinvolgente, chiaro e affidabile, trasmettendo tutta la bellezza dei progetti e del brand Abitare In.

Ma come si plasma nel dettaglio la nuova casa appena scelta? Ce lo racconteranno le responsabili delle squadre che lavorano fianco a fianco con i clienti per la personalizzazione e la realizzazione della loro nuova casa tailor made. Tutti i segreti dell’avventura che inizia una volta formalizzato l’acquisto saranno svelati a settembre da Monica Parissi, responsabile Customer Care e Jessica Coen, chief Architect.

Please follow and like us:
error

Diari correlati

Mattia Badalotti, [...]Loris Da Lozzo e Daniela [...]Antonio Gambuto, [...]Dall’Ippodromo Snai San [...]Ne parla Stefano Bollani, [...]“Abitare In celebra da [...]
Please follow and like us:
error