Data Pubblicazione: 3 Luglio 2019

Scenari Immobiliari: i numeri del primo semestre a Milano e anticipa la Ricerca nazionale denominata “W CITY: LE DONNE, LA LORO CITTÀ, LA LORO CASA”

Scenari Immobiliari presenta a Milano il 27° Forum di Santa Margherita Ligure, fornisce i numeri del primo semestre a Milano e anticipa la Ricerca nazionale (condotta con Gabetti) denominata “W CITY: LE DONNE, LA LORO CITTÀ, LA LORO CASA”, che darà il titolo al prossimo Forum

Il mercato immobiliare italiano chiude il primo semestre in crescita sul fronte degli scambi, ma fa registrare prezzi ancora freddi, salvo che nelle grandi città. Nei primi sei mesi del 2019, infatti, si sono realizzate 325 mila compravendite, con un incremento del 12,1 percento rispetto al primo semestre del 2018. Per il 2019 si stima una crescita annuale del 9,8 percento, con un totale di 670mila compravendite. Roma è in decisa ripresa con un 12,5 per cento in più di compravendite e, nell’ultimo anno, ha fatto meglio di Milano, dove gli scambi sono aumentati del 12,3 per cento. Queste alcune delle stime di Scenari Immobiliari (basate sulle proprie rilevazioni dirette) illustrate oggi nel corso della presentazione del 27° Forum “W CITY: LA CITTÀ DELLE DONNE” che si terrà a S. Margherita Ligure il 13 e 14 settembre.

“La domanda immobiliare – ha commentato Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari, presentando il Forum 2019 – è in progressivo aumento. Per il sessanta per cento è spinta dal ‘miglioramento abitativo’, per un venti per cento da necessità o passaggio dalla locazione, mentre per il restante vento per cento da investimento, per sé o per i figli. La grande domanda di miglioramento abitativo si scontra con una offerta in calo, con tante case usate che hanno uno stato di manutenzione spesso mediocre se non cattivo. Inoltre, la maggior parte del prodotto in vendita è collocato in posizioni poco appetibili, per zona come per piano del palazzo. Quindi il potenziale acquirente spesso rimane deluso e rinvia l’acquisto. Il mercato è anche dominato da uno stock importante di case nuove non finite o prossime ad essere completate: almeno 400 mila alloggi”.

Sul fronte dei prezzi medi, nei primi sei mesi di quest’anno si sono registrate quotazioni ancora in calo dello 0,3 percento rispetto al primo semestre 2018, con una ripresa solo in alcune zone delle grandi città.

  Il mercato milanese

Durante il primo semestre del 2019 la città di Milano ha fatto registrare un incremento delle compravendite del 12,3 percento rispetto al primo semestre dell’anno precedente, passando da 12.200 a 13.700 transazioni. Nello stesso periodo il tasso di assorbimento cresce dall’85 al 90 per cento. L’analisi della tipologia delle compravendite ha restituito una maggiore propensione all’acquisto di unità immobiliari di ridotte dimensioni, riconducibile non solo alla contrazione della dimensione media dei nuclei familiari derivante dall’aumento delle famiglie monoparentali ma anche alla ricerca di soluzioni economicamente più accessibili dal punto di vista del prezzo e dei costi di gestione nonché di immobili per investimento da destinare a locazione transitoria.

tagli delle abitazioni compresi tra i 50 e gli 85 mq rimangono i più ricercati della città: destinati prevalentemente a ospitare nuclei familiari costituiti da due componenti, rappresentano il 42 per cento circa delle transazioni complessive del primo semestre 2019, in linea con quanto fatto registrare nel corrispondente periodo del 2018.

La crescita delle transazioni ha interessato indistintamente tutta la città, mentre l’andamento dei prezzi di vendita ha delineato andamenti differenziati in relazione alle diverse zone. I prezzi medi di vendita relativi al primo semestre 2019 registrano nel complesso un aumento dell’1,2 percento rispetto al I semestre 2018.

Principali sviluppi immobiliari

L’offerta residenziale esistente sul mercato immobiliare della città di Milano risulta interessata da una contrazione dei tempi di vendita e da una crescita dei tassi di assorbimento. Gli attuali sviluppi immobiliari residenziali, che concorreranno alla creazione della nuova offerta residenziale di livello medio-alto del prossimo futuro, sono prevalentemente localizzati nell’ambito urbano interno alla Circonvallazione.

Ulteriori interventi, in corso o con inizio dei cantieri previsto durante il prossimo triennio, si distribuiscono fisicamente negli ambiti urbani periferici e si contraddistinguono per la loro dimensione significativa e per l’eterogenea composizione del target di riferimento, prevalentemente orientato verso le fasce di reddito della classe media attuale e futura grazie a valori unitari di vendita compresi tra 3.300 e 4.500 euro al metro quadrato.

I principali progetti di trasformazione urbana riguardano il completamento dell’ambito di Santa Giulia, con circa tremila nuovi appartamenti, la prosecuzione dello sviluppo di Cascina Merlata, con circa 1.700 nuovi appartamenti, e la realizzazione di 570 appartamenti nell’intervento denominato SeiMilano. All’interno del tessuto urbano consolidato si segnalano inoltre i progetti di Milano City Village (163 appartamenti in viale Umbria), Abitare in Maggiolina (137 appartamenti), Piranesi 44 (119 appartamenti in viale Corsica), Corte Verde (centoventi appartamenti in zona San Cristoforo), Durando-Andreoli Morghen (cento appartamenti in zona Bovisa), Novamper (102 appartamenti in zona Città Studi/Casoretto) e la commercializzazione dei 350 appartamenti di Porta Vittoria in viale Molise.

In sintesi, la nuova offerta immobiliare all’esterno della Circonvallazione ammonta a circa 6.400 unità, di cui circa mille nel tessuto urbano consolidato e 5.300 in ambiti urbani di rigenerazione. La nuova offerta immobiliareall’interno della Circonvallazione, ottenuta grazie a interventi di sostituzione e recupero edilizio, ammonta a circa 5.500 unità con valori unitari medi di vendita compresi tra 6.000 e 11.000 euro al metro quadrato. (…)

> Leggi di più

> Scarica report

 

Please follow and like us:
error

 

Autore: Paola G. Lunghini

Fonte: Scenari Immobiliare

Press correlate

Prestiti mai così [...]La Milano immobiliare dei [...]Calcoli matematici e [...]L’ad Marco Grillo [...]“Siamo molto soddisfatti [...]Troppa concentrazione di [...]
Please follow and like us:
error