Skip to content

“Il futuro delle città globali non verrà intaccato dalla pandemia di coronavirus”

AUTORE: di Antonio Cardarelli

Il massiccio ricorso allo smart working renderà ancora più importante la qualità delle interazioni nei centri urbani, per questo motivo le città globali continueranno ad attirare talenti trainando il Pil delle nazioni in cui si trovano.

Il futuro delle città globali non verrà intaccato dalla pandemia di coronavirus. Anzi, nelle città che sono veramente importanti per un determinato settore – Londra per le assicurazioni, New York per la finanza, Boston per la ricerca – la crescita sarà ancora più forte. Le città, insomma, sono e resteranno anche in futuro il posto più adatto per conciliare al meglio vita privata e lavoro, nonostante il massiccio ricorso allo smart working.

Scopri di più

Condividi su facebook
Like
Condividi su linkedin
Share
Condividi su twitter
Tweet

post correlati