Data Pubblicazione: 17 Dicembre 2019

Da Sant’Agostino all’Isola, tutte le piazze del cambiamento: meno auto e più verde

Parcheggi riorganizzati, più aree pedonali, piste ciclabili e alberi. A gennaio s’inizierà da piazza San Luigi, seguiranno piazzale Lavater e il sagrato di Madonna delle Grazie all’Ortica

Sono state uno degli ingredienti che hanno contribuito a rilanciare Milanonell’olimpo delle metropoli internazionali. Il nuovo skyline di Porta Nuova, per dire, poggiava sulla vivace piazza Gae Aulenti. Il baricentro della movida è vero che s’è spostato nella Darsena rinata, ma sfocia anche in quella piazza XXIV Maggio fresca di restyling. E la ricetta ancora oggi non cambia. Nei piani di Palazzo Marino le piazze continuano a essere il motore della riqualificazione dei quartieri, che siano centrali o periferici. L’obiettivo finale è sfiorare quota novanta nel decennio 2011-2021, tra nuove, ripensate, o semplicemente provvisoriamente ridisegnate in base alla filosofia d’importazione dell’urbanismo tattico.(…)

>> Leggi di più

 

Autore: Corriere della Sera

Fonte: Corriere della Sera