Data Pubblicazione: 22 Luglio 2020

Comprare casa attraverso smartphone, tablet o pc? Oggi si può fare!

“Comprare casa online. In via Savona primo progetto.

Tutto online, fino al rogito, e Milano ha anticipato la tendenza con la vendita in esclusiva tramite e-commerce di un intero nuovo progetto, Savona 105 (dal nome e numero civico della via dove si trova), effettuata con una piattaforma implementata da Abitare In, che ha piazzato i primi 40 appartamenti su un totale di 120, dando ai propri clienti un’offerta promozionale con sconto fino all’8%, limitato alle soluzioni già vendute, più un voucher da spendere in beni d’arredo che viene sempre concesso dalla società. “Si tratta del primo caso di vendita solo online, non ce ne risultano altri al mondo”, racconta a Business of Milan il ceo di Abitare In, Marco Grillo.

Come funziona la piattaforma e-commerce dedicata all’acquisto di case? È qualcosa di simile ai configuratori delle automobili. Il cliente può scegliere il piano, il layout della casa, come posizionare i muri, il capitolato, le finiture e tutto il resto, per arrivare a inserire la soluzione in wishlist e infine nel carrello con il costo finale già calcolato. Può quindi formalizzare la proposta di acquisto e inviarla con la firma digitale. Il primo passaggio fisico è l’appuntamento con il notaio per il rogito. La piattaforma propone anche l’intelligenza artificiale di un assistente virtuale disponibile h24, la possibilità di visitare virtualmente gli showroom di Abitare In, effettuare appuntamenti in videoconferenza, la digitalizzazione di tutti i passaggi documentali e contrattuali.

Il cliente-tipo dell’acquisto residenziale online? Si potrebbe ipotizzare un investitore, magari residente fuori Milano o fuori Italia, e invece si tratta di famiglie che realizzano il proprio sogno di andare a vivere in un’abitazione situata in zone strategiche della città, semicentrali e in grado di acquisire valore nel tempo, che sono quelle in cui opera Abitare In. “La famiglia – precisa Grillo – è il nostro target storico, e questo ci sta aiutando soprattutto in un momento di crisi come l’attuale, perché gli investitori sono molto attivi in fase di boom, ma quando ci sono incertezze o difficoltà, tendenzialmente scompaiono. L’età media di chi sta cercando casa è 36 anni, ha un supporto dai genitori ed è già inserito nel mondo del lavoro, per cui può accendere un mutuo per la quota residua della spesa. Negli acquisti online non abbiamo notato particolari differenze rispetto alla clientela offline”.

Quanto ai vantaggi dell’online, per chi lo propone, c’è naturalmente un risparmio di tempo, perché disporre di un’interfaccia digital permette di evitare tanti incontri e appuntamenti che implicano giornate di lavoro per i collaboratori di Abitare In. Ma non solo. “Il grande vantaggio – sottolinea Grillo – è quello di poter operare su più progetti in contemporanea, proprio perché gestirne alcuni con la piattaforma comporta l’adozione di processi automatici. Inoltre, il cliente ha più tempo per vedere la casa e ottiene maggiori informazioni. Trattandosi poi di progetti che vengono gestiti a livello di rendering, poiché la costruzione inizia dopo la vendita dei lotti, possiamo dire che la casa, o meglio la nostra casa, è un prodotto ideale per la vendita attraverso l’e-commerce. Per noi quindi il beneficio si misura in termini di processo, efficienza e scalabilità”.

Scopri di più