Data Pubblicazione: 18 Febbraio 2021

Acquisto di una casa online: dalla scelta dell’immobile al pagamento della proposta d’acquisto

Famosa per i suoi progetti residenziali a Milano – Savona 105 o Porta Naviglio Grande tra gli altri – AbitareIn ha sviluppato una piattaforma che pemette di effettuare online il processo di acquisto di un immobile. Dalla scelta della casa fino al pagamento che accompagna la proposta d’acquisto. idealista/news ha intervistato Marco Grillo, ad di AbitareIn, che spiega anche come la pandemia ha cambiato tutto l’iter di ricerca di un’abitazione e anche la stessa domanda abitativa

Come funziona la piattaforma per l’acquisto della casa online?

Attraverso il nostro configuratore il cliente può navigare nella vasta scelta di soluzioni abitative di ciascun progetto, sceglierne la dimensione, il piano, lo specifico modello con differenti layout interni, prendere visione di tutte le promozioni e del prezzo finale di acquisto comprensivo di un ricco capitolato con i più importanti brand dell’Interior Design.

Dopo il primo appuntamento presso il nostro showroom o direttamente online con Zoom, il cliente (ancora potenziale) riceve le credenziali per accedere alla propria Area Riservata dove valutare eventuali nuove soluzioni di suo interesse e attraverso la “Lista dei desideri” (wishlist) e il “Carrello”, in pieno stile Amazon, confrontare in autonomia più preventivi, formalizzare la proposta di acquisto apponendo una firma digitale certificata direttamente dall’Area Riservata.

La piattaforma offre inoltre anche l’intelligenza artificiale di un assistente virtuale disponibile h24, la possibilità di visitare virtualmente lo showroom del progetto ed effettuare appuntamenti in videoconferenza, consentendo oramai una totale digitalizzazione di tutti i passaggi documentali e contrattuali. Rimane il passaggio formale – fisico – per la firma del preliminare registrato o trascritto e poi con il notaio per il rogito. Fasi queste che ci auguriamo potranno essere rese possibili online.

In cosa consiste la nuova integrazione? 

Consiste in un nuovo servizio di pagamento già disponibile con l’ultimo progetto residenziale “Porta Naviglio Grande”. Si tratta di un’esperienza di acquisto sempre più completa, sicura e all’avanguardia: il cliente, dopo aver configurato e terminato l’iter di selezione e scelta del proprio appartamento, può procedere alla sottoscrizione digitale della proposta, incluso il pagamento digitale attraverso il sistema MyBank o con bonifico on-line con il proprio sistema di home-banking, e finalizzare il pagamento in tutta comodità e sicurezza.

È una nuova rivoluzione digitale studiata per semplificare e ridurre i processi amministrativi di AbitareIn: l’immediatezza del sistema di bonifico on-line consentirà al cliente di procedere speditamente con le fasi di acquisto della propria nuova casa.

Quanti sono i clienti che ad oggi hanno deciso di optare per questa nuova modalità?

Quando lanciammo una prima versione di questo sistema a giugno 2020 con il progetto Savona105 furono il 20% dei clienti. Oggi, otto mesi dopo, siamo arrivati al 100% essendo questa l’unica modalità di acquisto possibile.

Attualmente si accetta anche il bitcoin come metodo di pagamento?

È un nuovo concetto di moneta, che deve ancora essere compresa e studiata a fondo. Noi attualmente non accettiamo criptovalute come forma di pagamento. Non è detto, comunque, che in futuro non prenderemo in considerazione nuove soluzioni di acquisto digitale. Siamo costanti innovatori: se si creeranno i presupposti, valuteremo nuove strategie purché venga garantita la sicurezza e la tranquillità di acquisto ai nostri clienti.

Come si struttura il customer journey di AbitareIn? 

Dopo l’acquisto il cliente inizia le fasi di personalizzazione degli appartamenti e compie gradualmente tutte le scelte che daranno forma alla sua nuova casa. A partire da Savona105, la personalizzazione avverrà totalmente online, grazie ad un grandissimo investimento su una nuovissima piattaforma che lanceremo a breve.

Grazie a questa straordinaria innovazione i clienti potranno personalizzazione la propria casa e scegliere finiture, materiali, dotazioni e add-on come non è mai stato fatto prima. Quello che ci distingue da altre aziende è che AbitareIn è l’unica ad avere un tale livello di flessibilità: il concept architettonico dei progetti viene studiato per consentire varianti gestibili direttamente dal cliente, in piena autonomia. Per noi è importante conoscere il modo in cui ciascun cliente vuole vivere la propria casa, assecondandone abitudini e necessità, proponendo soluzioni personalizzate possibili e lasciando il cliente libero di scegliere estetica e funzionalità.

Come ha cambiato la pandemia non solo le tipologie di acquisto immobiliare, ma tutto il settore?

La pandemia ha modificato buona parte del nostro stile di vita, soprattutto accentuando delle necessità che prima erano poco espresse o latenti. La casa rimane comunque un bene fondamentale su cui anche le giovani generazioni intendono investire.

Le persone oggi cercano più spazio e soprattutto una maggior “vivibilità” della casa: questa non è più solo un luogo domestico votato agli spazi chiusi, ma deve anche offrire accessi all’aperto ed essere fruibile per attività di smartworking. Con la pandemia è aumentato il bisogno di soluzioni e servizi che accompagnino e migliorino il quotidiano: da comode logge, veri e propri salotti all’aperto ma coperti, a spazi comuni confortevoli e polivalenti, da eleganti Lobby a pratiche Delivery Room, da ameni giardini condominiali a rilassanti rooftop gardens. Il condominio ha assunto un ruolo di “oasi” sicura al riparo dalla frenesia cittadina e garante di sicurezza e tranquillità per chi lo abita.

Quali sono oggi le tipologie abitative più ricercate?

Sulla base della nostra esperienza e con il supporto dei nostri Data Analyst abbiamo riscontrato che oltre la metà delle ricerche immobiliari si focalizza su soluzioni medio-grandi, ovvero trilocali e quadrilocali. È la dimostrazione che le persone, in relazione al gruppo familiare di cui fanno parte, stanno cercando case che offrano uno spazio aggiuntivo e con una visione, anche dei propri bisogni, a lungo termine.

Scopri di più

 

Autore: Annastella Palasciano

Fonte: https://www.idealista.it/

Press correlate

Gli italiani si sono [...]L’assessore Maran: [...]Milano, 1 marzo 2021 – [...]