Inizia la contaminazione pacifica del Leonardo Horse Project

Dall’Ippodromo Snai San Siro alle piazze di Milano, i Cavalli di design del Leonardo Horse Project entrano in città.

Il cavallo realizzato dall’artista Markus Benesch per Abitare In è arrivato in Piazza Portello

Si tratta dell’opera Colornori, dal coreano “giocare con il colore”: il progetto dell’artista ripropone il movimento vigoroso del cavallo grazie ai numerosi nastri colorati che ne avvolgono l’intero manto.

Sono in tutto 13 le riproduzioni in scala del Cavallo di Leonardo, ciascuna interpretata da un diverso artista contemporaneo secondo la personale cifra stilistica, che rappresentano l’idea centrale del progetto realizzato da Snaitech e supportato anche da Abitare In.

A partire da ieri, 2 maggio 2019, le opere hanno lasciato l’ippodromo Snai per “invadere pacificamente” la città ed essere posizionate in zone simbolo di Milano, per rimanervi fino alla fine di ottobre.

Colornori potrà essere ammirato dai cittadini in Piazza Portello, vicino al nuovo straordinario progetto residenziale che sarà realizzato da Abitare In: Trilogy Towers.

Colornori, il cavallo sponsorizzato di Abitare In in Piazza Portello

Un’app con contenuti di realtà aumentata realizzata in occasione dei 500 anni dalla morte del genio fiorentino è disponibile per smartphone iOs e Android.

Il progetto di Snaitech ha previsto altresì la realizzazione di un’app con contenuti nuovi e accattivanti creata per far vivere, in un’esperienza immersiva, la storia del Cavallo di Leonardo e di tutto l’Ippodromo Snai San Siro.

Un viaggio interattivo alla scoperta del Leonardo Horse Project, ideato per celebrare i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci e che ha al centro la gigantesca statua realizzata dall’artista giapponese Nina Akamu, ispirata ai bozzetti del genio toscano.

Cavallo di Leonardo, Ippodromo Snai San Siro

Sei percorsi diversi introducono alla genesi e all’idea creativa del progetto, raccontando la storia della scultura equestre tra le più grandi al mondo, attraverso un percorso di video-mapping e lunghe interviste ai protagonisti.

L’Ippodromo e una raccolta di storie e studi sui cavalli

L’app racconta la storia degli studi sui cavalli, i bozzetti, gli schizzi e i disegni preparatori, il tutto raccolto in una mostra multimediale realizzata in collaborazione con il Museo della Battaglia e di Anghiari con la curatela di Gabriele Mazzi, direttore dello spazio museale toscano.

In una sezione dedicata, il percorso conduce l’utente anche nei luoghi più suggestivi dell’Ippodromo, con riprese delle meraviglie presenti all’interno dell’impianto e informando su tutti gli eventi organizzati per la stagione in corso.

Le 13 riproduzioni in scala del Cavallo di Leonardo

In una interessante intervista, insieme al fisico Massimo Temporelli, curatore dei contenuti scientifici, Cristina Morozzi, esperta di design e selezionatrice delle opere, racconta come sono stati selezionati gli artisti e come è nata l’idea di interpretare le opere in chiave di design.

Leonardo è infatti da molti considerato il primo designer della storia, il più grande innovatore multidisciplinare, progettista e pioniere nella pittura, nella scultura, nella scenografia e nella musica.

Il sostegno di Abitare In al Progetto di Snaitech è volto a celebrare l’innovazione e l’avanguardia del genio vinciano.

Abitare In sostiene Leonardo Horse Project

Una mappa interattiva per scoprire le opere ispirate al Cavallo di Leonardo

Dall’Ippodromo Snai San Siro le opere invaderanno la città e saranno posizionate nei luoghi leonardeschi. Da qui l’idea di una mappa interattiva che, attraverso la geo localizzazione delle opere, suggerisce ai cittadini come raggiungerle per ammirarle da vicino.

Si è pensato anche ai più piccoli. L’applicazione infatti contiene anche una sezione dedicata a una caccia al tesoro che attraverso indovinelli portano i bambini a scoprire l’ippodromo e approfondire la conoscenza di Leonardo da Vinci.

Please follow and like us:
error

Diari correlati

Mattia Badalotti, [...]Loris Da Lozzo e Daniela [...]Antonio Gambuto, [...]Dall’Ippodromo Snai San [...]Ne parla Stefano Bollani, [...]“Abitare In celebra da [...]
Please follow and like us:
error