AbitareIn – Pronta all’accelerazione post-Covid

AbitareIn, realtà leader nello sviluppo residenziale milanese, continua ad imporsi come un’eccellenza nel panorama italiano. Passata il 1° marzo da Aim Italia al segmento Star, la società ha recentemente presentato i dati del primo semestre, chiuso il 31 marzo 2021, che mostrano un forte sviluppo del Valore della produzione a 62,8 mln (+87%) e un’accelerazione del piano acquisto nuove aree (34 mln). Lo scenario post-covid lascia intravedere un incremento dei prezzi di vendita, coerentemente con una rinnovata domanda in termini qualitativi e quantitativi e una diminuzione dell’offerta. Positive le aspettative degli analisti di Intermonte che hanno avviato copertura con un target price a 7,45 euro (attuali corsi azionari in area 6,27 euro; potenziale upside +19%).

Modello di Business

AbitareIn è una società leader nello sviluppo residenziale attiva nell’area metropolitana milanese, ove si rivolge prevalentemente alle famiglie per l’acquisto della “prima casa” con un’offerta “su misura”, in uno stile completamente tailor made caratterizzato dal tipico gusto “Made in Milano”.

Il modello di business prevede la vendita su carta di appartamenti di nuova costruzione, organizzato a fasi cadenzate da obiettivi e milestone stringenti e inderogabili. La commercializzazione anticipa infatti la costruzione, attraverso campagne e fasi promozionali molto innovative.

AbitareIn opera inoltre in un completo spirito di rigenerazione urbana, demolendo complessi industriali dismessi trasformandoli in nuovi edifici con una massima flessibilità progettuale.

Il gruppo ha lanciato anche la prima piattaforma per la vendita online di case in costruzione, che rappresenta un’assoluta rivoluzione nel campo dell’immobiliare e una novità a livello mondiale con un user experience e integrazione a 360 gradi dei processi aziendali.

Passaggio al segmento STAR

Il primo marzo 2021 AbitareIn è passata al segmento Star di Borsa Italiana, raggiungendo un obiettivo prefissato a meno di cinque anni dall’approdo sul mercato AIM Italia. In tale occasione il Presidente, Luigi Gozzini ha commentato “AbitareIn ha intrapreso un percorso di crescita esponenziale: in meno di 5 anni siamo diventati il principale sviluppatore residenziale della Città di Milano, con risultati di gran lunga superiori alle promesse della prima IPO. Oggi, il passaggio al segmento STAR rispecchia gli obiettivi che da sempre AbitareIn si è prefissata: alti requisiti di eccellenza ed elevati standard in termini di trasparenza verso il mercato, di liquidità e di governance, per acquisire sempre più valore agli occhi di tutti i nostri stakeholder”.

Marco Grillo, AD di AbitareIn, ha aggiunto, “il passaggio allo STAR segna il nuovo livello di maturità raggiunto da AbitareIn, che si affaccia oggi sul mercato degli investitori internazionali e diventa maggiormente appetibile per gli investitori istituzionali che operano esclusivamente sul mercato principale. Uno strumento che ci consentirà di proseguire nel nostro percorso di crescita e di miglioramento, aiutandoci a raggiungere un mercato sempre più ampio”.

Ultimi avvenimenti

Il 20 maggio 2021 AbitareIn ha avviato le consegne e i rogiti dei primi due edifici di Olimpia Garden, primo progetto della linea “Prime Edition” con cui il gruppo intende offrire un prodotto casa “aspirazionale” nel segmento entry-level. La nuova linea di prodotto si rivolge a una fascia di mercato molto ampia e ancora poco presidiata. Il complesso residenziale sorge in zona Corvetto all’interno di un contesto urbano caratterizzato da processi di sviluppo e riqualificazione in atto, sulla direttrice che collega il Villaggio Olimpico – che sarà realizzato in vista delle Olimpiadi Invernali 2026 – e il quartiere di Milano Santa Giulia.

Conto economico

Nel primo semestre 2020-2021 (chiuso il 31 marzo 2021) AbitareIn ha registrato un forte sviluppo dei ricavi consolidati a 62,8 milioni (+87% a/a), confermando gli obiettivi di crescita, anche attraverso l’accelerazione del piano di acquisto nuove aree (per 34 milioni nel solo primo semestre).

L’EBT si è attestato a 4,4 milioni, confermandosi sui livelli del precedente esercizio. Il risultato è stato prevalentemente influenzato dai 2,2 milioni di plusvalenza da rivalutazione al Fair Value della partecipazione in Tecma Solutions e dalla riduzione di 7 milioni dovuta alla mancata applicazione del principio IFRS 15 con riferimento all’operazione Olimpia Garden. L’EBT adjusted, che consente una migliore analisi dell’andamento delle attività caratteristiche, ammonta invece a 9,7 milioni.

Infine, l’utile netto consolidato di pertinenza del gruppo si è fissato a 3,7 milioni (+19,4% a/a).

Pipeline in sviluppo e altri highlights operativi

AbitareIn è proprietaria/promissaria acquirente di 17 aree corrispondenti a 251.000 mq commerciali per 2.738 unità tipo.

Una pipeline di progetti estesa su Milano a un prezzo ampiamente inferiore alla media di mercato, resa possibile da politiche di anticipazione del mercato e in un contesto caratterizzato da un’assenza di competitor. Il portafoglio ordini è composto da 629 unità tipo per un valore complessivo di 246 milioni, già vendute su base preliminare con anticipi contrattualizzati per 75 milioni. 

Stato Patrimoniale

Dal lato patrimoniale, al 31 marzo 2021 aumenta l’indebitamento finanziario netto a 54,3 milioni, dai 26,1 milioni di fine settembre 2020, prevalentemente per l’investimento in nuove aree per 34 milioni, che hanno rafforzato ulteriormente la pipeline del gruppo in termini dimensionali e qualitativi.

Si segnala che nel periodo è migliorato l’indebitamento finanziario a breve, passato a 16,6 milioni, dai 22,4 milioni del 30 settembre 2020.

Ratio

L’analisi dei ratios mostra una struttura patrimoniale equilibrata con un PFN/Ebitda al 30 settembre 2020 sotto 3x e una sostenibilità del debito confermata dal rapporto PFN/Equity a 0,4x. Nel 2020 il ritorno per gli azionisti si è attestato al 15,7%.

Outlook

Lo scenario per AbitareIn si conferma positivo, considerando la reattività mostrata dal settore residenziale, l’allentamento delle misure restrittive e i primi risultati delle campagne commerciali. Considerazioni a cui aggiungere l’incremento atteso della domanda in termini quantitativi e qualitativi che andrà a confrontarsi con una generale scarsità di offerta, lasciando intravedere un probabile aumento dei prezzi di vendita.

Nel secondo semestre il gruppo proseguirà nelle attività strategiche, di sviluppo e commerciali, per la realizzazione dei progetti in Pipeline. Proseguiranno le consegne e i rogiti delle unità immobiliari del progetto Olimpia Garden, avviate in maggio, e le attività cantieristiche degli altri progetti in Pipeline già commercializzati. AbitareIn proseguirà altresì nel lancio di nuovi progetti e nelle attività propedeutiche all’ottenimento dei titoli autorizzativi per gli altri progetti in Pipeline. Focus anche sulle attività per lo sviluppo del progetto Homizy nel settore del PRS (Private Rented Sector) nella modalità del co-living

Borsa

Il titolo AbitareIn scambia oggi in area 6,27 euro, segnando un rialzo del 25,4% dal 1° marzo 2021, data di translisting dal settore AIM Italia al segmento STAR del MTA. Una performance superiore a quanto archiviato nel medesimo orizzonte temporale dal FTSE Italia Star che ha riportato un progresso del 22%.

Le indicazioni recentemente diffuse dagli analisti di Intermonte lasciano intravedere inoltre ulteriori possibilità di crescita borsistica per il titolo che secondo gli analisti presenta un prezzo obiettivo di 7,45 euro, con un corrispondente potenziale rialzista del 19%.